venerdì 14 maggio 2010

Premiare lo sforzo

Dal Giornale del Popolo del 14 maggio
L'ultima volta è successo per il motorino. Già a quel tempo sapevo di avere unghie troppo fragili per dedicare l'estate ad occupazioni che non fossero la lettura interminabile di Delitto e Castigo nei pomeriggi afosi, per questo l’unico modo per mettere insieme i soldi necessari allo scopo era risparmiare. Il fatto che dopo un anno avessi raggiunto la somma necessaria all’acquisto di una sola ruota non mi scoraggiava più di tanto. Ogni ragazzina mediamente borghese spera in fondo nell’effetto di un gesto del genere sui genitori, spinti infine ad aprire il portafoglio dal gesto eroico e tutto sommato sensato della loro bambina, che certo è sempre quella che teorizza la non necessità di alcuno studio e di alcun lavoro, ma chissà che in quella determinata testardaggine non si nasconda l’inizio di una vita adulta, di quelle in cui si impara che niente si ottiene gratis e che i soldi non crescono sugli alberi e che per realizzare i propri desideri occorre mettersi d’impegno e via dicendo. Avvenne insomma che i miei mi aiutarono a comprare il motorino, che la mia adolescenza se ne giovò per lo spazio di un'estate e che da allora iniziai a pensare che in fondo il mondo dovrebbe fare come i tuoi genitori, e a un certo punto darti una mano premiando lo sforzo. Insomma, io sono a Berlino da tre giorni e non ho ancora comprato una maglietta. C’è un tizio che mi trascina in giro per musei di storia tedesca e quando tutte quelle date mi si aggrovigliano in testa mi immagino Hitler sul muro di Berlino, vado in confusione e non posso far altro che ammutolire. Nel pomeriggio da programma dedicato allo shopping abbiamo scoperto che esiste una strana festa del papà germanica, per cui sono chiusi tutti i negozi che non siano kebabbari o simili. Ecco, volevo dire. Ora non si può premiare il mio sforzo di elevamento culturale e portarmi in un centro commerciale?

2 commenti:

MBA ha detto...

come sarebbe niente shopping???? non è da te...questo "tizio" ti sta davvero cambiando :-)

sister ha detto...

non parla tanto ma fa le scelte giuste! però se non ti fa più comperare niente poi cosa metto :?