mercoledì 28 gennaio 2009

le quattro chiappe

Vedendo questa foto ho capito che cosa mi irritava surrettiziamente l'altra sera da Fazio. Quella semplicità ostentata che all'occhio attento si rivela subito come sciatteria. Voglio dire: le quattro chiappe! Roba che pure con una mutanda da 3 euro e 90 agli Intimissimi si risolve. Ecco, è questo che mi dava fastidio l'altra sera, quando su Rai Tre Carla Bruni s'è presentata con l'ormai solito capello effetto piscina. Sei bellissima, potentissima, femminisma, possibile che non ti puoi far dare una pettinata da uno straccio di parrucchiere della Rai? È proprio necessario giocare alla bellissima senza un filo di trucco? Certo, è l'atto di crudeltà massima verso una platea di donne in sovrappeso la domenica sera, ma è anche un gioco sciocco. Al fatto che la bellezza possa essere cosa così leggera e spontanea abbiamo smesso di credere otto anni fa. Anche la levità, la leggiadria (Carla dovrebbe saperlo bene) nell'indossare la propria bellezza (o il proprio ruolo) è una dote per cui servono fior fior di allenamenti.

11 commenti:

cuiscarpettdaverniis ha detto...

accidenti, sei sempre più in sintonia con la grande trattatistica rinascimentale. L'altro giorno ti citavo il Galateo. Oggi mi hai riassunto in tre righe la saggezza di Baldassar Castiglione.

(tag: letture per il week-end)

filoderba ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Yuri Zivago ha detto...

Più che "sprezzatura" mi vengono in mente, a proposito di chiappe, le risposte paraculo della Bruni alla domanda di Fazio su "cosa significa essere di sinistra". Contenuti degni di Obama, con molto meno stile però.

filoderba ha detto...

uh, quanto é ipocrita sta cretina. si é riempita la faccia di botox (quasi da assomigliare ai due lecter/beautiful di prima) e poi se ne va dal Papa con la mutanda da mestruo.

Yuri Zivago ha detto...

quelle finesse! (l'ultimo post filoderboso, mica Carlà che può fare tutto quello che vuole purché non parli...)

cuiscarpettdaverniis ha detto...

sempre detto che il filoderba ha un preciso leitmotiv (vedi 11 settembre, 10 ottobre, et alii).

invece le definizioni di sinistra della bruni più che obama mi ricordano bisio: "i bambini sono di sinistra perché...". roba da fare imbestialire peppone.

filoderba ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Yuri Zivago ha detto...

Non hai calcolato anche la regolarità di frequenza dei post vero? dimmi che non lo hai fatto... :)

airiins ha detto...

Ad ogni modo quattro chiappe che intonano un alleluia.

filoderba ha detto...

più fine allora, la bruni ha regalato al suo marito una lettera originale di de gaulle. sarkozy colleziona lettere di personaggi famosi. la bruni mica per niente ha scelto de gaulle: autoritario, arrogante, uomo di eccezionale potere che ha usato sempre e solo nell'interesse della sua nazione, e malgrado gli odi suscitati ha innegabilmente restituito alla Francia alla sua grandezza.
alla sua morte, pompidou dirà: il generale de gaulle é morto. la francia é vedova.

sogna carla, sogna!

cuiscarpettdaverniis ha detto...

altro che vedova. alla morte di sarko, carlà sarà già fuggita altrove da un pezzo.