venerdì 9 gennaio 2009

Volare

Dal Giornale del Popolo del 9 gennaio
People è un giornale di pettegolezzi americano. Lo compro solo in America, ché qua costa una sproposito. Però online non me ne perdo un numero. Perché? Perché People fa da sempre quello che da queste parti siti come quello di Repubblica hanno imparato a fare giusto da qualche anno fa, ovvero dare alla gente quello che vuole: immagini. Persone famose, in questo caso. In ogni salsa. Quindi non c'era solo Britney Spears nei momenti del disfacimento (ora brillantemente superato, perché riprendersi è molto pop), non solo l'ultima foto della figlia di Tom Cruise (sempre in braccio, sempre con una coperta addosso: l'evoluzione termica dei divi è inspiegabile come quella delle case di Beautiful, dove il camino arde sempre anche in agosto a Beverly Hills). Non solo le foto di attualità, insomma, ma anche gallerie debitamente commentate e tematiche e servizi utili, come "you asked, we found". Qui il lettore che si è innamorato della maglietta o della borsa indossata da un vip e vuole comprarsela scrive e la redazione di People trova (un servizio indispensabile nell'era del no logo). Ma la mia preferita è sempre una: Stars' Airport Style. Le star beccate all'aeroporto. Perché è lì che capisci che sono superiori. Perché non hanno lo zaino della Napapijri, né l'Invicta (ne abbiamo tutti uno sulla coscienza). Non hanno i capelli sfatti, non hanno un bagaglio a mano sul punto di scoppiare, non hanno le scarpe da tennis, non hanno i pantaloni comodi che mia madre mi raccomanda dalla prima traversata della Manica (insieme alla tasca interna per i soldi cucita nella cintura). L'ultima volta che sono andata a New York ci ho provato a mettermi le scarpe di vernice e sono arrivata con le vesciche. C'è un motivo se loro sono là e io qui a domandarmi quale sia il momento giusto per disfare il presepe.
(Foto da People, ovviamente)

4 commenti:

Le ha detto...

confermo, bellissima quella rubrica di people. io aggiungerei, non hanno gli occhiali da vista perché a loro misteriosamente non si seccano le lenti a contatto negli occhi...

Yuri Zivago ha detto...

non hanno gli occhiali da vista perché, per altri motivi, portano sempre quelli da sole. Quanto alla ficc, mi soffermerei su una sola frase, allusiva di abbondanti frequentazioni: "Lo compro solo in America..."

Leonora ha detto...

Devo smetterla di leggere il tuo blog durante il lavoro perchè scoppio sempre a ridere e non so mai come giustificarmi....

cuiscarpettdaverniis ha detto...

giustificarti?
da quando uno che lavora attaccato al web ha di questi problemi?

la ficcanaso ha taciuto per tre settimane: era in vacanza: non aveva tempo. poi è tornata al lavoro, strenuo lavoro nella metropoli che corre, ed ecco di ritorno un diluvio di post caldi e croccanti.
(per la nostra gioia. e per qualche legittimo sospetto sull'applicazione indefessa della sua devozione al luigino. ma dimenticavo: la sua è applicazione professionale alla frivolezza...)